Da quando sono obbligato a vedere il bicchiere mezzo pieno di questa vita respiro spesso cose belle, incontri intensi, energia positiva e voglia di combattere fino all'ultima goccia. Perché non è importante vincere o perdere, ma arrivare a fine giornata e sapere che le abbiamo provate tutte per portare a casa il risultato. Questo si chiama vivere e non sopravvivere.

 

Diplomato al conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha frequentato l’ Accademia del Teatro alla Scala di Milano e preso parte all’ Accademia Lirica del Rotary International. Si è perfezionato presso l’ Accademia del Belcanto di Modena sotto la guida di Mirella Freni. Nel 2011 ha conseguito la Laurea Specialistica in Canto Lirico presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia. Ha partecipato a Masterclass di repertorio operistico con i M° Janos Acs, Lucetta Bizzi, Enzo Dara, Bruno De Simone, Mariella Devia, Veriano Lucchetti, Gabriella Ravazzi, Mietta Sighele e Renato Bruson. Ha lavorato con registi del calibro di Franco Zeffirelli, Beppe De Tomasi, Pierluigi Pizzi, Antonello Madau Diaz, Renato Bruson, Renzo Giacchieri, Walter Pagliaro, Nall, Gino Zampieri e direttori come Bruno Bartoletti, Gianluigi Gelmetti, Miguel Gomez-Martinez, Daniele Callegari, Michele Mariotti, Gustav Khun, Marco Boemi, Elio Boncompagni, Patrick Fourniller.

 

E’ stato interprete di più di 40 ruoli operistici in Italia e all’estero ed esecutore di più di 100 programmi concertistici in Italia, Europa, Sudamerica, Sudafrica ed Oriente in 5 lingue, con repertori sacri, operistici, liederistici, operettistici, da camera e contemporanei. Nel 2006 ha vinto il Premio Speciale “Pagliacci” al XII Concorso Internazionale “R. Zandonai” di Riva del Garda ed il ruolo di Bardolfo nel Falstaff di R. Bruson al XVI Concorso Internazionale “Rocca delle Macìe”. Ha inciso per Kicco Music, Isea Arts, Naxos. E’ stato Malcom nel Macbeth del Teatro Sferisterio di Macerata per la regia di PierLuigi Pizzi, ha cantato Dichterliebe di Schumann con il pianista Bruno Canino,. Nel 2008 ha debuttato al Teatro la Fenice di Venezia di con “Death in Venice” di B. Britten (regia di Pierluigi Pizzi e direzione di Bruno Bartoletti). Nello stesso anno ha debuttato come solista al Teatro alla Scala di Milano interpretando Don Curzio ne “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart   (regia di Giorgio Strehler ripresa da Marina Bianchi, direzione di Giovanni Antonini). Nel 2011 ha cantato “La Traviata” di G. Verdi al Seul Centre Arts accanto al soprano Mariella Devia. Nel 2012 ha tenuto concerti di gala in Lussemburgo e Germania ed ha cantato ne La Bohème al Teatro Alla Scala di Milano per la regia di Franco Zeffirelli. Nel 2013 ha cantato “Rigoletto” di G. Verdi allo Xinghai Concert Hall di Canton (Cina). 

Nel 2013 ha esordito come scrittore con l’autobiografia “Sintomi di felicità”, edita da Sperling & Kupfer.  Da Marzo 2015 scrive per il quotidiano Avvenire. 

Nel 2014 è stato l’ Imperatore Altoum in “Turandot” al 60° Festival Pucciniano. E’ stato recentemente impegnato in un galà Pucciniano al teatro KKL Lucerna . Di seguito è stato Gobin nella tournèe de “La Rondine” di G. Puccini a Lucca, Pisa, Livorno, Modena e Ravenna.  Il 27 Dicembre 2014 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana dal Presidente Giorgio Napolitano, per i risultati ottenuti in campo sociale e letterario con la pubblicazione della sua autobiografia. 

Il 21 Giugno 2015  è stato scelto come tenore solista per cantare L' Ave Maria di Vavilov davanti a Papa Francesco nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino, durante le celebrazioni mondiali del bicentenario di Don Bosco

Nel 2016 ha interpretato Bardolfo nel “Falstaff” al Royal Opera House di Muscat (Oman) coprodotto dall’ Accademia del Teatro alla Scala ed il Teatro Regio di Parma e l’imperatore Altoum in “Turandot”. Nello stesso anno ha interpretato il ruolo dell' Imperatore Altoum in "Turandot" di G. Puccini al Teatro Grande di Brescia, al teatro Ponchielli di Cremona, al teatro Donizetti di Bergamo, al teatro Fraschini di Pavia al teatro Sociale di Como e al al 61° Festival Pucciniano. Nello stesso anno ha interpretato il ruolo di Spoletta al teatro delle Muse di Ancona.

Nell' autunno 2017 ha interpretato il ruolo di  Harry ne "La Fanciulla del West" al teatro Lirico di Cagliari e al teatro Giglio di Lucca, al teatro Verdi di Pisa, al teatro Alighieri di Ravenna, al teatro Pavarotti di Modena e al teatro Goldoni di Livorno.

 

Nel 2018 ha tenuto concerti in Spagna, Grecia, Italia e Stati Uniti ed ha interpretato il ruolo di Goro in Madama Butterfly al 4° festival Pucciniano, Spoletta in Tosca e Pang in Turandot al Savonlinna Festival (Finlandia).

Nel 2019 è stato il tenore solista di due concerti con i solisti del sesto armonico diretti dal M° Peppe Vessicchio al Teatro Bellini di Catania e all' auditorium CTO di Firenze. In Maggio ha cantato in una tournèe orientale a Sendai, Pechino e Tokyo. A Luglio/Agosto è stato Harry ne La Fanciulla del west, Pang in Turandot, Goro in Madama Butterfly al 62° Festival Puccini. In settembre canterà in un concerto di gala a Merano. In ottobre vestirà i panni di Pang in Turandot a Cheng Du (Cina).

© 2018 Marco Voleri